Salta al Contenuto delle News
 .
 .
Municipio
Sei in: Home > Servizi al cittadino » Tributi » IMU 2012

IMU 2012

Descrizione                                                                                                                                               

L’IMU è la nuova imposta sugli immobili già introdotta dalle norme sul federalismo fiscale ed anticipata al 1° gennaio 2012 con un provvedimento del Governo Monti, la cosiddetta Manovra “Salva Italia”.
L’IMU, oltre all’ICI, sostituisce anche l’Irpef dovuta per gli immobili non locati e deve essere pagata da chi ha la proprietà o un altro diritto reale di godimento (diritto di abitazione, usufrutto ecc.) su fabbricati, terreni ed aree edificabili.

Dove Rivolgersi

Dove rivolgersiUfficio Tributi
P.zza Aldo Moro, 1 - 30029 San Stino di Livenza - Ve
Tel. 0421.473911 - Fax: 0421.473954
Email: tributi@sanstino.it
PEC:  tributi.comune.sanstinodilivenza.ve@pecveneto.it  

Orari:
Dal Lunedì al Venerdì: ore 9.30 - 12.30
Martedì e Giovedì: ore 17.00 - 18.00

Come si paga

Come si paga  

 BASE IMPONIBILE

Il criterio di calcolo è uguale a quello dell'ICI. La base imponibile per il pagamento dell'IMU si ottiene applicando alle rendite catastali dei fabbricati (rivalutate del 5%) ed ai redditi dominicali dei terreni (rivalutati del 25%) i nuovi moltiplicatori stabiliti dal Decreto "Salva Italia".
N.B.: La riforma del catasto annunciata dal Governo Monti non è ancora stata attuata. Per il calcolo dell'imposta si utilizzano le vecchie rendite catastali. 

  ALIQUOTE

Il Comune ha stabilito per l'anno 2012 le seguenti aliquote:
0,4%    aliquota per l'abitazione principale e per le pertinenze
0,86%  aliquota per i fabbricati diversi dalla prima casa, 
            per i terreni agricoli e per le aree edificabili
0,2%    aliquota per i fabbricati rurali ad uso strumentale

La detrazione per l’abitazione principale e per le sue pertinenze è pari a € 200,00.
Questa detrazione è maggiorata di € 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni che dimora abitualmente e risiede anagraficamente nell’abitazione principale. L'importo complessivo della maggiorazione non può superare la somma di € 400,00. 
 
MODALITÀ DI PAGAMENTO

PAGAMENTO CON MODELLO F24
codice comune "I373".
PAGAMENTO CON BOLLETTINO POSTALE (disponibile solo per il saldo)
 
   
 ARROTONDAMENTI

L'importo da pagare va arrotondato all'euro per difetto se la frazione  è inferiore o uguale a 49 centesimi, per eccesso se superiore a detto importo.

VERSAMENTO MINIMO

Non si effettua il versamento qualora l'imposta complessivamente dovuta sia di importo inferiore a € 12,00.  

 SCADENZE DI PAGAMENTO
(N.B.: La scadenza del 16 giugno slitta al 18 giugno in quanto il 16 cade di sabato, le scadenze del 16 settembre e 16 dicembre slittano rispettivamente al 17 settembre e 17 dicembre in quanto cadono di domenica.)


 ABITAZIONE PRINCIPALE
 L'imposta dovuta per l'abitazione principale e per le relative pertinenze è versata in tre rate di pari importo alle seguenti scadenze: 18 GIUGNO 2012 -  17 SETTEMBRE 2012 - 17 DICEMBRE 2012. In alternativa l'imposta può essere versata in due rate di pari importo di cui la prima entro il 18 GIUGNO 2012 e la seconda entro il 17 DICEMBRE 2012.
FABBRICATI DIVERSI DALL'ABITAZIONE PRINCIPALE, TERRENI AGRICOLI E AREE EDIFICABILI
Il pagamento della prima rata va effettuato entro il 18 GIUGNO 2012 calcolando l'imposta con l'aliquota di base prevista dalla legge (0,76%) e versando il 50% dell'importo ottenuto (30% per i soli fabbricati rurali ad uso strumentale). La seconda rata va pagata entro il 17 DICEMBRE 2012 a saldo dell'imposta complessivamente dovuta per l'intero anno calcolata sulla base dell'aliquota deliberata dal comune (0,86%), con conguaglio sulla prima rata. 


DICHIARAZIONI

I soggetti passivi devono presentare al Comune la dichiarazione entro 90 GIORNI dalla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta. La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non si verifichino modificazioni. Per gli immobili per i quali l'obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012, la dichiarazione deve essere presentata entro il 4 febbraio 2013.

Modello dichiarazione IMU  
Istruzioni per la compilazione

QUOTA RISERVATA ALLO STATO

La metà del gettito dell'IMU relativa ai terreni, alle aree edificabili ed a tutti i fabbricati (escluse le abitazioni principali ed i fabbricati rurali strumentali), calcolata con l'aliquota di base prevista dalla legge dello 0,76% e cioè lo 0,38%, E' RISERVATA ALLO STATO. 

FABBRICATI INAGIBILI O INABITABILI

Per i fabbricati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati la base imponibile IMU è ridotta del 50%.
Il regolamento comunale in vigore dal 1° gennaio 2012 stabilisce i criteri per l'applicabilità di questa agevolazione. In particolare è previsto che la riduzione spetta esclusivamente ai fabbricati che necessitino di interventi di restauro/risanamento conservativo e/o ristrutturazione edilizia e che si trovino in condizione di degrado fisico sopravvenuto (fabbricato in precarie condizioni igienico-sanitarie, diroccato, pericolante, fatiscente) o di obsolescenza funzionale, strutturale e tecnologica non superabile con semplici interventi di ordinaria e/o straordinaria manutenzione.
Per comunicare lo stato di inagibilità o inabitabilità di un immobile è possibile presentare apposita dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR 445/2000 che attesti il possesso dei requisiti richiesti dall'art. 4 del regolamento IMU.

Note e chiarimenti
Modello dichiarazione



  Copyright 2015 - Comune di San Stino di Livenza - C.F. 83001230271 - P.IVA 00612280271

Valid XHTML 1.0 Strict

CSS Valido!